Nella parrocchia di Borgosatollo, in provincia di Brescia, da tre anni c’è una stanza sempre aperta, dove i fedeli possono recarsi a pregare in qualsiasi momento della giornata. Si tratta dell’Adorazione Eucaristica Perpetua, un’iniziativa avviata per volere della comunità locale e presente in un numero sempre maggiore di città italiane. La regola fondamentale che distingue l’Adorazione Eucaristica Perpetua dagli altri luoghi di preghiera è che la stanza ad essa adibita non può essere mai vuota, né di giorno né di notte. Inoltre, poiché è necessario mantenere il silenzio, la preghiera non è mai collettiva ma solo individuale. Dal lunedì alla notte del sabato, una persona rimane nella stanza per un’ora e viene sostituita da qualcun altro nell’ora successiva. La domenica, poiché viene celebrata la Santa Messa, la stanza rimane chiusa. Da quando è stata introdotta l’AEP a Borgosatollo questo patto perpetuo non è mai stato interrotto e, ogni giorno, ci sono in media 160 persone che si recano nella stanza a pregare. La presente ricerca risponde al desiderio di conoscere l’esperienza dell’AEP attraverso le testimonianze di alcuni partecipanti, sollecitati a riflettere su alcuni particolari quesiti: Cosa significa il silenzio per l’adoratore e che valore assume nella meditazione? Qual è la relazione che intercorre tra questo luogo di silenzio e l’adoratore, che può decidere di partecipare anche a notte fonda? Gli strumenti di indagine impiegati per realizzare questo lavoro sono stati l’intervista, la fotografia e registrazioni audio ambiente. L’utilizzo di quest’ultimo strumento ha permesso di capire, da una prospettiva differente, la richiesta di una reale condizione di silenzio all’interno della stanza. 

----

In the northern Italian parish of Borgosatollo (BS), there is three year old chapel next to the church, where the worshippers can go to pray any time, because this room is open 24 hours.There are only two important rules: the room has to be silent, and it can never be empty. At least one person per hour has to stay within the room, from Monday morning until Saturday night. On Sundays, the messiah is celebrated due to the chapel remaining closed. Since the experience of the Perpetual Adoration in Borgosatollo began, this perpetual pact has never been broken, and every day there are approximately 160 people that sign their names on a pre-determined timetable that covers all the hours of the day. This research is keen to investigate and answer some questions regarding the cult or experience of the Perpetual Adoration in Christian communities: What does silence mean for the worshipper, and how is silence deployed for meditation? What is the relation that has been created between this place of silence and the worshippers that gather to pray even late at nigh? In order to realize this project I have spent some weeks in Italy, carrying out some interviews, photos of the place and some sound-recording within the room during the 24 hours. The deployment of audio-visual instruments, has been a fundamental key to better understand, from a different prospective, the demanded conditions of silence within this place.
Back to Top